CIASPOLATA AL LAGO BACCIO E AL LAGO SANTO

Nei giorni scorsi ho deciso di effettuare la mia prima ciaspolata, ebbene sì non ne avevo mai fatta una..

Di escursioni in montagna ne ho fatta verie, non tante, da solo o in compagnia ma sempre in estate.

Questa volta mi sono voluto affidare ad una guida ambientale, e mi sono rivolto alla Via dei Monti.

Farsi accompagnare da una guida da la certezza sul percorso effettuato, sulle condizioni della neve e una maggiore sicurezza in caso di problemi e soprattutto ad evitarli.

Il tragitto, nell'appennino modenese è stato abbastanza corto e semplice, con partenza dal Lago Santo, al quale si arriva agevolmente in auto ed è presente un comodo parcheggio.

Messe le ciaspole ci siamo diretti verso il lago Baccio, raggiungibile tramite il sentiero cai n° 523, in circa mezz'ora si arriva al lago, da tenere presente che con le ciaspole i tempi si allungano rispetto ad una escursione estiva e la fatica aumenta.

Lago Baccio

Arrivati al lago abbiamo proseguito subito oltre fino ai piedi del Monte Giovo dove ci siamo fermati ad ascoltare qualche spiegazione di Davide, la nostra guida.

Successivamente abbiamo rifatto il percorso inverso fino al Lago Santo, per poi proseguire sul sentiero 529, tramite una piccola ma impegnativa salita, fino al passo della boccaia.

Monte Giovo

L'esperienza con le ciaspole è sicuramente divertente, più faticosa di un trekking estivo, le distanze percorribili sono inferiori, ma risulta una esperienza sicuramente piacevole e di non limitarsi a godere la montagna solo d'estate.

Consiglio di affrontare questi trekking anche con le guide, vi daranno consigli e vi racconteranno aneddoti di sicuro interesse.

Se vuoi acquistare delle ciaspole prendi un prodotto medio, senza esagerare ma non puntando troppo al risparmio. Se vuoi solo provare o la tua idea è quella di fare poche ciaspolate ti consiglio di noleggiarle diretteamente dalla guida. Il costo generlamente si aggira sugli 8€, io ho acquistato le TSL 226 EVO dopo avere provato la TSL 226.

Nota piacevole Briscola, un border collie dallo spirito decisamente montano, non passava minuto che non volese giocare con noi, ci abbaiava come fossimo un gregge di pecore da controllare e invece reclamava solamente che gli lanciassimo una palla di neve con cui giocare..

Monte Giovo